I 5 PILASTRI DI UNA VITA IN WELLNESS, OVVERO LA RICETTA PER VIVERE COL SERBATOIO SEMPRE PIENO

Stai per scoprire le fondamenta della mia filosofia, le mie strategie per una vita all’insegna del benessere e con il pieno di energia.

Qui troverai i 5 pilastri che orientano le mie scelte quotidiane e mi aiutano a vivere col serbatoio sempre pieno. Spero possa ispirarti ad iniziare anche il tuo percorso verso la tua Vita in Wellness.

Al termine dell’articolo troverai uno strumento estremamente semplice ma altrettanto potente per iniziare il tuo cammino personale se lo vorrai. Se così sarà, non vedo l’ora di fare un pezzo di strada insieme.

 

COSA VUOL DIRE VIVERE IN WELLNESS?

La maggior parte delle persone con cui parlo è convinta che vivere in modo sano sia complicato. Per questo dedico gran parte della mia attività al far comprendere che gli aspetti di una Vita in Wellness sono invece molto semplici e soprattutto non sono dogmi ma ingredienti da dosare, al fine di essere adattati alle esigenze di ognuno di noi.

Credo che vivere all’insegna del benessere abbia a che fare più con un obiettivo che con delle vere e proprie regole. Perché, se l’obiettivo può essere comune, ognuno poi scrive la sua personale ricetta. Il mio compito in questo momento è quello di aiutarti a creare una consapevolezza e fornirti degli spunti, raccontando come ho identificato la routine che mi permette di chiamare la mia vita una “Vita in Wellness”.

Ecco l’obiettivo: vivere con il serbatoio sempre pieno, al massimo delle proprie potenzialità psico-fisiche, in modo da vivere al meglio ogni momento che la vita ci regala. Potremmo riassumerlo con un “sentirsi e vedersi al top”. Ci si sente così quando il nostro corpo è in salute, la nostra mente è lucida e la nostra energia è equilibrata. Sei d’accordo con me?

Se ti piace questa definizione, allora ti invito a leggere questo articolo fino in fondo, perché ti sto per svelare i cinque pilastri di una Vita in Wellness, ingredienti semplici che potrai dosare secondo le tue necessità e caratteristiche personali.

Alla fine di questo articolo avrai inoltre la possibilità di unirti ad una Community di persone che condivide questi obiettivi e ha scelto di agire concretamente per migliorare le proprie abitudini quotidiane, in un percorso di scoperta che offro a chiunque abbia il desiderio di mettersi in cammino verso il proprio benessere.

 

IL PRIMO PILASTRO: DIVENTIAMO CIÓ CHE MANGIAMO

Il primo pilastro è l’alimentazione, che deve essere corretta e senza eccessi. Perché noi diventiamo quello che mangiamo, dopotutto.

Su questo punto è importante comprendere che ognuno ha esigenze molto personali e che sarebbe preferibile rivolgersi ad un professionista del settore per avere indicazioni precise, adatte ai propri bisogni. Qui vorrei darti alcuni suggerimenti di base, molto concreti, che ritengo validi per la gran parte delle persone che non hanno particolari problematiche di salute e vogliono semplicemente adottare una sana regolarità quotidiana per quel che riguarda il cibo.

Una delle indicazioni di base è quella di fare tre pasti e due snack ogni giorno, evitando quindi di digiunare per più di 3-4 ore tra un pasto e l’altro. I pasti dovranno essere sempre completi, includendo cioè tutte le categorie di macronutrienti (carboidrati, proteine, grassi) e tanti micronutrienti (vitamine e minerali in primis). Per assicurarmi di farlo, personalmente ho adottato la regola del piatto bilanciato, una strategia davvero semplice che suggerisce di comporre i propri pasti come piatto unico, riempiendo metà piatto con verdure, un quarto con una porzione di proteine sane e l’altro quarto con cereali integrali. Il tutto condito con olio extravergine di oliva e un cucchiaino di semi oleosi. Che ne dici? Fattibile no?

Per quel che riguarda le quantità, queste dovranno essere proporzionate alle proprie esigenze personali. Per approfondire questo punto consiglio sempre di contattare un professionista del settore nutrizione o consultare testi specifici.

Ma non è solo questione di quantità. È infatti estremamente importante che il nostro cibo sia sano e di qualità, semplice e gustoso. È importante ad esempio prediligere alimenti di origine vegetale e nella loro versione integrale, scegliere frutta e verdura di stagione, il più possibile coltivata nella propria zona e con metodi che non implichino l’utilizzo di molte sostanze chimiche. E su questo punto, Carlotta ci può sicuramente dare un sacco di spunti!

Nell’ambito di questo primo pilastro, credo fermamente che un’integrazione alimentare intelligente sia utile per mantenerci forti. Partiamo ovviamente dal fatto che una corretta e sana alimentazione ci può dare i nutrienti che ci servono per sostenerci, ma ci sono dei fattori che complicano spesso le cose.

Il nostro stile di vita frenetico spesso ci impedisce di mantenere regolarità e salubrità dei pasti, questo ovviamente a scapito dell’apporto di micronutrienti, importanti per farci stare bene. Dobbiamo inoltre considerare il fatto che gli alimenti che acquistiamo nella grande distribuzione sono spesso trattati con sostanze chimiche che possono danneggiarci e soprattutto derivano da un’agricoltura che sfrutta in maniera così intensa i terreni da renderli poveri: siamo sicuri che questi prodotti apportino tutti i nutrienti che crediamo? Credo inoltre che il nostro modo di alimentarci, che spesso comprende prodotti elaborati industrialmente, ci esponga ad una quantità di sostanze chimiche di cui non possiamo conoscere l’effetto a lungo termine. Perciò il nostro corpo necessità di una quantità di micronutrienti “protettivi” ancora maggiore. Per non parlare degli effetti ossidativi di stress e smog

Tutti questi fattori si sommano al fatto che esiste una differenza sostanziale tra le quantità minime consigliate dei micronutrienti (quelle che ci tengono lontani dalle condizioni di malattia anche grave) e quelle ottimali (cioè le quantità che ci permettono di rendere efficiente e forte il nostro organismo). Gli studi ci indicano che le seconde sono molto più elevate, perciò si è arrivati a rilevare una generale condizione di microcarenza cronica di micronutrienti, che ci mette nella condizione di non vivere al meglio delle nostre potenzialità fisiche ed essere quindi più vulnerabili e meno performanti.

Ecco perché, per completare un’alimentazione che deve comunque tendere ad essere il più possibile varia, completa, corretta e salubre, consiglio di affidarsi alla nutraceutica. Parliamo cioè di integrazione alimentare naturale, derivata dalla natura, utilizzata con consapevolezza a seconda delle necessità specifiche di ognuno.

 

IL SECONDO PILASTRO: L’ATTIVITÁ FISICA

Passiamo ora al secondo pilastro per una Vita in Wellness: l’attività fisica, che dovrebbe essere quotidiana.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ci invita a dedicare 30 minuti ogni giorno ad un’attività moderata (che potrebbe essere semplicemente una camminata al rientro dall’ufficio) e 2 o 3 sedute settimanali a esercizi più intensi o per un tempo più prolungato (ad esempio l’allenamento in sala pesi o un corso di fitness, piuttosto che una partita a calcio, pallavolo, tennis, ecc.).

Anche in questo caso le possibilità sono infinite e ci sono tantissimi professionisti disponibili per aiutarci a trovare il programma settimanale più adatto a noi. Se vogliamo fare da soli, ricordiamoci di affiancare ed attività aerobiche (camminata, corsa, nuoto, bici, ecc.), che portano beneficio ai sistemi respiratorio e cardio-vascolare, anche attività di sostegno della nostra massa muscolare, come il lavoro con i pesi. Come per ogni cosa, credo che il giusto stia nel mezzo.

Personalmente propongo sempre queste tre regole fondamentali da seguire quando si sceglie la propria routine di allenamento settimanale: non strafare ma dedicarcisi con gradualità, divertirsi e coinvolgere quando possibile i propri cari. Questo ci aiuterà ad amare il nostro nuovo stile di vita.

 

TERZO PILASTRO: LA CORRETTA IDRATAZIONE

Il terzo pilastro è l’acqua, che nella giusta quantità ci garantisce la corretta idratazione, cioè quella che sopperisce alle perdite dovute alle naturali funzionalità del nostro corpo (il sudore, l’urina, il metabolismo cellulare in generale).

Idratarsi correttamente è estremamente importante perché ci permette di mantenere efficienti tutte le funzionalità del nostro organismo.

Immagino tu sappia già che ogni essere umano è costituito di acqua in una percentuale variabile tra il 60 e il 70%, ma forse non sai che c’è una vera e propria formula matematica per scoprire qual è la giusta quantità di acqua da assumere per ognuno di noi: moltiplica il tuo peso in chilogrammi per 35. Il risultato che otterrai sarà la quantità di acqua in millilitri che devi bere durante la giornata per sopperire alla fisiologica perdita di liquidi.

Ad esempio, una persona che pesa 60 kg calcolerà in questo modo: 60 kg x 35 ml = 2100 ml = 2 litri e 100 ml (circa 10 bicchieri)

Dopo aver applicato questa formuletta al tuo caso, potresti scoprire che sei molto lontano dall’obiettivo. Tranquilla/o! Ci arriviamo per gradi. Se bevi molto meno di quanto consigliato, aumenta gradualmente la quantità di acqua aggiungendo 1 bicchiere al giorno, in modo da non stressare il tuo fisico e arrivare a regime con dolcezza.

Un trucco che consiglio per assicurarsi di bere il giusto, è quello di riempire 1 o 2 bottiglie con la quantità consigliata e imporsi di svuotarle entro la fine della giornata. Così diventa una piccola sfida con sé stessi, un compito da portare a termine. Puoi anche scegliere di vedere l’obiettivo in termini di numero di bicchieri, scegli quello che ti agevola di più.

 

IL QUARTO PILASTRO: IL GIUSTO RIPOSO

Dopo aver visto i primi 3 ingredienti della nostra ricetta di vita sana, che potrebbero richiedere inizialmente un certo impegno per essere inseriti nella tua routine quotidiana, ti svelo ora il quarto pilastro che sicuramente ti farà tirare un sospiro di sollievo: il giusto riposo.

È estremamente importante dare al nostro corpo il riposo di cui ha bisogno per ricaricarsi, anche perché durante il sonno l’organismo porta avanti delle funzioni molto utili per il nostro star bene, come ad esempio la produzione del collagene e dell’elastina, che rendono la nostra pelle idratata e tonica.

Ma cosa vuol dire giusto riposo? Innanzitutto, significa concedersi un buon sonno notturno, sia in termini quantitativi che qualitativi. Il mio consiglio è di mantenere una certa regolarità negli orari, curare l’alimentazione (soprattutto per quanto riguarda la cena, che dovrebbe essere leggera ed entro le 20) ed infine fare attenzione alla temperatura e all’areazione della stanza da letto.

É inoltre buona regola fare pause frequenti durante il lavoro, almeno ogni 2-3 ore, così come è importante concedersi una giornata intera di riposo settimanale e un periodo di stacco prolungato ogni 2-3 mesi. In questi momenti di riposo è bene dedicarsi a sé stessi e ai propri affetti, cosa che ci regala una carica duratura.

 

IL QUINTO PILASTRO: LE RELAZIONI SOCIALI

L’ultimo ingrediente della nostra ricetta per una vita all’insegna del benessere è porre attenzione alle nostre relazioni sociali. Mi riferisco prima di tutto ai nostri cari, con cui regalarci del tempo di qualità, pieno di sorrisi ed esperienze genuine. Il quinto pilastro è in assoluto il più divertente!

Ricercare buone relazioni sociali significa anche interessarsi sinceramente agli altri e lasciare che le persone che incontriamo tutti i giorni diventino una risorsa per il nostro star bene. Un po’ come quando ho conosciuto Carlotta, anche se la relazione è mediata da uno smartphone, un confronto sincero ed interessato ha arricchito la mia giornata ed in fin dei conti anche la tua che sei qui che leggi.

È importante avere accanto persone con cui condividere le gioie, ma anche confrontarsi se c’è una preoccupazione. Questo ci aiuterà a far fluire le energie negative ed evitare che queste si trasformino in stress negativo e consumino la nostra energia vitale.

Questo pilastro è funzionale al nostro equilibrio energetico, di cui possiamo prenderci cura anche con tecniche di rilassamento e meditazione, argomento molto affascinante che potremo approfondire in un’altra occasione o comunque più avanti nel percorso.

 

UNA RICETTA SEMPLICE PER MIGLIORARE LO STILE DI VITA

La ricetta è tutta qui. Le azioni da compiere sono tutto sommato semplici e ci porteranno a formare nuove abitudini, cioè un nuovo vero e proprio stile di vita.

Mi rendo conto che lo sforzo è nel cominciare. È qui infatti che ci vuole il tuo impegno. D’altronde, per usare le parole di qualcuno di molto più popolare di me, “Se continui a fare le stesse azioni, otterrai sempre gli stessi risultati”.

Ma ho un’altra buona notizia per te! Se non sai da che parte iniziare, ti invito ad iniziare il tuo percorso insieme. Ho strutturato un percorso di tre settimane, completamente gratuito, che ti accompagnerà verso la tua nuova Vita in Wellness.

VAI AL PERCORSO DI BENESSERE

Clicca sul link e segui le indicazioni se vuoi iniziare a ricevere i mini-video già da domani nella tua casella e-mail. Sarà un viaggio entusiasmante da fare insieme!

E siccome insieme è tutto più semplice, ti invito ad unirti alla Community sulla mia pagina Facebook Laura Tomasi – La Mia Vita in Wellness e sul gruppo a questa collegato Percorsi di Benessere. Troverai sostegno, condivisione ed ispirazione.

Se non utilizzi i Social ma desideri metterti in contatto con me, scrivimi a info@lamiavitainwellness.com. Sarò felice di leggerti.

Un’ultima rassicurazione per te: non è necessario rivoluzionare completamente la tua vita da domani: concediti il giusto tempo e regalati un percorso graduale e consapevole. Così arriverai ad amare il tuo nuovo stile di vita.

D’altra parte, se non prendi una decisione oggi resterai ancorata/o ad abitudini malsane che non ti permettono di esprimere tutto il tuo potenziale e rimanere forte a lungo.

In quest’articolo ho cercato di avviarti verso il primo step: la consapevolezza. Spero che ti sia stato d’aiuto anche solo per fermarti due minuti e chiederti se sia arrivato anche per te il momento per concederti di vivere al massimo del tuo potenziale.

Se è così, ti auguro di continuare il tuo viaggio di scoperta verso la tua nuova Vita in Wellness.

Goditi il percorso.

Laura

 

 

Comments are closed.